La Juve in rosa vista a Moenchengldbach strappa un punto importantissimo in territorio tedesco. Un pareggio di ‘cuore’, perchè dopo il gol di Johnson favorito da un clamoroso errore di Chiellini, risponde un tiro preciso di Lichtsteiner su assist di Pogba dopo 40 giorni di stop. Dopo un pessimo inizio la Juventus assedia la metà campo del Borussia per più di 10 minuti, trovando in più occasioni il gol del vantaggio, rimane in dieci per l’espulsione di Hernanes. La partita si complica ma i bianconeri riescono a resistere per l’ultima mezz’ora agli attacchi dei padroni di casa.

MALE BONUCCI-CHIELLINI – Come al solito uno dei protagonisti di questa gara è stato Gigi Buffon che in due occasioni è stato decisivo. Bene Evra e Lichtsteiner; il francese spinge sulla fascia, lo svizzero corre poco ma rimane molto attento in fase difensiva. Non bene la coppia centrale Bonucci-Chiellini: l’ex Fiorentina regala il gol ai tedeschi e in più occasioni ha regalato palloni pericolosi ai padroni di casa.

POCO INCISIVI – Non sono bastate le giocate di Paul Pogba e i tentativi da fuori che di fatto non ha disputato una brutta gara. Morata si sacrifica a tutto campo con Dybala. Probabilmente è l’impiego sbagliato di questi ultimi due che portano la Juventus a essere ‘stanca’ nell’ultimo passaggio, quello che manda l’attaccante in porta. Anomalo Cuadrado: Allegri tenta la carta Cuadrado negli ultimi minuti, da prima schierato sulla corsia di destra, dove non ha toccato un pallone, poi cambia modulo e inventa un 5-3-1 schierando il colombiano come prima punta per provare a ripartire in velocità. Anche qui l’ex viola non tocca un pallone, insomma per farla breve, è stato un cambio inutile.

LICHTSTEINER E IL RITORNO DI CUORE – Il treno svizzero è tornato titolare dopo 40 giorni di stop a seguito dell’operazione per aritmia cardiaca e due soli allenamenti con la squadra. Torna e segna, purtroppo però non è stato decisivo per i 3 punti finali. Gran gol dell’ex biancoceleste che riceve in area di rigore in posizione defilata su assist perfetto di Pogba e con un diagonale sul palo lontano non lascia scampo a Sommer.