La Juventus centra l’obiettivo prefissato allo stadio Castellani battendo l’Empoli 1 a 3 e riuscendo a portare a casa la seconda vittoria consecutiva dopo il successo all’ultimo respiro nel derby della Mole. Maccarone apre le marcature dopo 19 minuti  e i bianconeri si trovano in svantaggio al primo tiro in porta grazie all’errore di Bonucci che regala un pallone a Saponara. Un gol arrivato nel momento migliore della Juventus che aveva sfiorato il gol del vantaggio con Madzukic su un cross perfetti di Cuadrado.

Proprio il croato, in ombra in questa prima parte di stagione, trova per la seconda volta dopo Manchester City la zampata vincente, questa volta però molto più fortunata e rocambolesca. Dopo il pareggio al 32′, appena sei minuti più tardi, Evra trova il gol di testa che batte Skorupski sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nella ripresa Buffon salva il risultato in un paio di occasioni, la squadra comunque gestisce bene la gara ma trova il colpo del k.o solo al minuto 84 quando Lichsteiner si inserisce e calcia addosso al portiere polacco, poi Mandzukic colpisce il palo e per ultimo Dybala, subentrato nella ripresa, segna il gol della sistematica vittoria. Da rivedere la posizione dell’esterno svizzero, in netto fuorigioco.

Empoli-Juventus finisce 1 a 3 e la Signora trova così la seconda vittoria consecutiva e continua la scalata della classifica ed ora è ferma al 7° posto dietro di 9 punti dalla capolista e 8 dalla Roma, a seguire Fiorentina e Napoli impegnate questa sera nel posticipo, Sassuolo e Milan.