Alessandro Del Piero nasce a Conegliano il 9 novembre del 1974. Soprannominato da Gianni Agnelli Pinturicchio, fu il capitano della Juventus dal 2001 al 2012 segnando ben 290 reti contro 705 presenze. E’ secondo nella classifica dei migliori marcatori italiani di tutti i tempi. Inizia a giocare nella parrocchia di Saccon, successivamente “esordì” nel campo del paese natale San Vendemiano, mettendo subito in mostra la sua bravura. Il sacerdote del paese però, decise di parlare con i dirigenti del Padova preoccupato per il suo fisico troppo minuto.

Juventus

 Nel 1993 Boniperti lo fece approdare alla Juventus per 5 milioni di lire, con un ingaggio da 150 milioni di lire, soddisfacendo anche il desiderio del giocatore di giocare nella squadra torinese. Nonostante Trapattoni lo portò in ritiro con la prima squadra, Del Piero venne inserito nelle giovanili partecipando con la squadra al Torneo di Viareggio e allo scudetto di categoria nel 1994. Esordì in Serie A il 12 settembre del ’94 sostituendo Fabrizio Ravanelli. Successivamente nella finale di Coppa Uefa debuttò come sostituto nel match vinto 3-0 contro il Lokomotiv Mosca. Realizzò poi il suo primo gol con la maglia bianconera, in Juventus-Reggiana firmando il 4-0. Il 20 marzo segnò una tripletta dove la Juventus batté il Parma e da quel momento Del Piero venne utilizzato di più. Iniziò il campionato 1994-1995 segnando un gol al Napoli, mentre il 4 dicembre segnò un gol che permise alla Juve di battere la Fiorentina. In questa stagione vinse lo scudetto e la Coppa Italia e nel 1995 realizzò il primo gol con la maglia della nazionale. Nella stagione 1995-1996 la Juve decise di puntare tutto su Del Piero lasciando così partire Roberto Baggio. Il 13 settembre realizzò un gol in Champions League contro il Borussia Dortmund, mentre sette giorni dopo segna contro il Padova facendo vincere la Juve 3-1. A soli 20 anni decisero di affidargli la maglia numero 10 e si ritrovò a guidare la Juventus in Champions League. In quello stesso anno vince il trofeo a Roma e vinse anche la sua prima Supercoppa italiana. Nel 1996-1997 segnò un gol che portò la Juventus direttamente ai quarti di UEFA  Champions League battendo così 1-0 il Manchester United. Contro il Paris Saint-Germain alzò la sua terza coppa internazionale. A fine stagione vinse il suo secondo scudetto. Nella stagione 2005-2006 Del Piero diede il meglio di se iniziando bene il campionato. Il 12 febbraio del 2006 segnò su punizione il gol del Derby d’Italia, chiuse poi il campionato segnando alla Reggiana festeggiando così un altro scudetto che a seguito del caso Calciopoli verrà poi dato all’Inter. Nella stagione 2011-2012 Antonio Conte viene scelto come allenatore della Juventus.  Il 24 gennaio del 2012 segna il suo primo gol stagionale nel nuovo stadio ai quarti di finale di Coppa Italia contro la Roma. Il 25 marzo segna il suo primo gol stagionale in campionato contro l’Inter. Il 13 maggio del 2012 disputa la sua ultima partita con la maglia della Juventus, il capitano esce al 57′ acclamato da tutti i tifosi in lacrime.

Sidney FC

Il 5 settembre del 2012 firma un contratto biennale con il Sidney da 1,5 milioni di euro esordendo con la nuova squadra contro il Wellington Phoenix. Nelle successive partite realizza i primi due gol in Australia. Nella stagione successiva Del Piero viene nominato capitano della squadra esordendo in campionato  nel 2013 contro il Newcastle Jets siglando il suo primo gol. Il 18 aprile conferma che non rinnoverà il contratto con il Sidney FC.

Nazionale

 Nel 1996 fu convocato per l’Europeo in Inghilterra, ma nella breve avventura degli azzurri fu impiegato nella gara dell’11 giugno contro la Russia come esterno di centrocampo. L’anno successivo fece parte del Torneo di Francia guidato da Cesare Maldini. Nel 1998 venne convocato da Maldini per il Mondiale in Francia, e il 17 giugno esordì a Montpellier entrando al posto di Baggio, nella seconda partita di girone contro il Camerun. Nel 2002 venne convocato per il secondo Mondiale da Giovanni Trapattoni. Il 13 giugno contro il Messico entrò al posto di Totti segnando il gol dell’1-1. Nel 2006 viene invece scelto Marcello Lippi come nuovo tecnico della Nazionale e Del Piero viene convocato per il suo terzo Mondiale. Entra nelle due sfide in corso contro Ghana e Stati Uniti giocando però da solo contro l’Australia. Il 9 luglio la Nazionale disputa la finale all’Olympiastadion di Berlino contro la Francia, l’Italia vince divenendo così campione del mondo.