J Soccer School

La Vecchia Signora gestirà personalmente la scuola calcio che porta il nome di J Soccer School. Questa è l’ultima novità dell’anno 2015-2016. Una notizia da non sottovalutare vista l’importanza dell’educazione dei bambini. I bianconeri non si fermeranno a fare il “normale”, quindi solo a gestire la propria Prima Squadra stando attenti ai soli successi che sono agli occhi di tutti. Prezioso sarà il contributo dietro le quinte. Si occuperà dei bambini della fascia di età a partire dai 5 anni fino ai 13 anni. Da qui, i ragazzi potranno crescere sotto il controllo del club, allenati costantemente seguendo i giusti metodi e le tecniche di allenamento studiate dalla Juventus. Cosa di più innovativo? Stile cantera del Barcellona, i più piccoli saranno sotto l’occhio costante dei grandi. Ecco come: scuola e gioco, studio e divertimento. Un’accoppiata che per i bambini è solo gioia, ma per i grandi sarà un modo per capire fin da subito chi potrà continuare questo sogno e chi no. Nel frattempo tutti ci provano e che proprio questa opportunità possa far nascere i nuovi Marchisio? Un giocatore simbolo su cui la Juventus ha ideato questo progetto. Quanto è importante allevare un futuro campione in casa propria? Fin dai primi passi si avrà la possibilità di trasmettere una mentalità vincente, come quella bianconera, che caratterizza i campioni che oggi giocano e lottano nella Prima Squadra. Risparmio di costi, aggiornamento continuo di nuovi giocatori che avranno la possibilità di inserirsi facilmente in un contesto già familiare. Sacrifici non mancheranno. Il progetto è pensato a 360° e l’elemento scolastico non potrà essere sottovalutato, come anticipato. Proprio da questo si potrà formare il campione del futuro. Attraverso l’importanza dell’educazione del sapere e non solo. Il rispetto dell’altro, attraverso lo studio della Storia ad esempio. Conoscenze di base che potranno rendere il giocatore del futuro un Uomo. Questo la Juventus si aspetta e per questo crede fermamente in un progetto volto al più piccolo, al ragazzo che crescerà e avrà la possibilità di tagliare traguardi attraverso un percorso di formazione totale.

j soccer schoolLe categorie che partono dai “Piccoli amici” agli “Esordienti” si alleneranno a Torino su 5 campi differenti. L’organizzazione della J Soccer School, per le quali inizieranno domani le iscrizioni, sarà gestita collaborando con Sisport, partner della Juventus sul piano logistico e organizzativo. La classica trafila che i grandi giocatori hanno sperimentato in prima persona. Si parte dal solo gioco e divertimento all’acquisizione di conoscenze e competenze legate al calcio e non. Importante sarà valutare l’approccio di ogni singolo giocatore. Un gruppo di ragazzi che si formano con un unico obiettivo potrebbe diventare una risorsa importante e fondamentale per il calcio del futuro. La “scuola Juve” è ormai famosa a tutti. Gli ideali, l’attaccamento alla maglia e altre questioni anche legate alla propria storia non verranno trascurate. Ogni settore sarà tenuto d’occhio al 100%, ogni passaggio sarà importante e da non sottovalutare.

Le scuole saranno tripartite: oltre al ramo locale, ci sarà anche quello nazionale, con le Academy che verranno selezionate in base a diverse serie di parametri sia sportivi che valoriali. In quello internazionale invece continueranno a svilupparsi le Academy e i Summer Camp. Un’attenzione totale, è bene ribadirlo. L’Uomo bianconero nascerà da qui.


 

Close