Leonardo Blanchard, ai microfoni di SkySport, ha raccontato l’incredibile pareggio con la Juventus con il suo gol al 92′ minuto che ha regalato al Frosinone il primo punto in Serie A: “Siamo stati fortunati. Erano tre partite che ci girava male e non portavamo a casa niente. Abbiamo fatto un buon gioco di rimessa, la Juve ci ha giocato ma qui è impossibile imporre il proprio gioco. E’ un buon punto che ci dà morale in vista dell’Empoli. Stellone? Sapevamo che la Juve quando accelera lo fa e ti addormenta. Il mister ci ha detto di sacrificarci e correre. Siamo stati cinici e fortunati nelle occasioni. Il gol è stato emozionate e liberatorio. Sono juventino, è un gol speciale. Tre mesi fa ero a Berlino con i Viking per la finale di Champions per tifare Juve dipinto di bianconero, è incredibile. Dedico alla famiglia, alla mia fidanzata Fulvia che era qui, è il coronamento di un sogno”.