Massimiliano Allegri ha concluso la scorsa stagione centrando Coppa Italia e campionato sfiorando anche la Champions League dimostrando di essere un ottimo allenatore capace di leggere le gare al meglio. Per quanto fatto meriterebbe almeno un po’ di credito e fiducia e non le critiche sulla preparazione in riferimento ai troppi infortuni. La Juventus è una società professionista e le decisioni vengono prese collegialmente mettendo nero su bianco rischi e pericoli con i dovuti calcoli e la Juventus ha iniziato tardi la preparazione perchè la stagione è terminata il 6 giugno contando anche alcuni giocatori sono rientrati più tardi a causa di coppe ed europei. Tutto in poco tempo con i dovuti rischi calcolati per alcuni troppo eccessivi, per altri no. Ora Massimiliano Allegri è chiamato a rispondere di questi contrattempi, considerando che dalla preparazione dello scorso anno a quella che la Juventus sta terminando, la differenza è minima e forse sarebbe solo servita un po’ più di fortuna e magari un bella gara contro la Lazio e alzare il primo trofeo stagionale per mettere a tacere alcune fastidiose voci.