La Juventus torna a vincere nel proprio stadio battendo con 2-0 l’Atalanta di Reja. In gol Dybala e Mandzukic che firma il primo il suo primo in Serie A. Partita importante per l’argentino dopo una settimana in cui è stato protagonista di critiche e dibattiti. Dipinge una gara cristallina in cui emergono classe e talento: sblocca la gara con un tiro da fuori in cui sfrutta la non prontezza di Sportiello che, al termine del primo tempo, respinge di piede un suo tiro molto potente. Svariate giocate della Joya che dopo aver ricevuto un colpo di tacco di Pogba dentro l’are di rigore avversaria, offre sui piedi di Mandzukic il gol del raddoppio. L’argentino gioca a tutto campo e il croato non brilla nonostante il gol e le due occasioni da rete sbagliate completamente.

Finalmente si è vista una Juventus con carattere e tenacia, nonostante qualche distrazione di troppo, e un ottima quadratura tattica grazie ad una superba prestazione di Marchisio, impiegato nel vertice basso del rombo in mezzo al campo, e dal concreto Khedira. Buona la gara di Pereyra fino a quando l’infortunio l’ha costretto ad uscire dal campo che ha svariato dietro l’attacco da trequartista. La difesa non va in pagella poichè l’Atalanta sin dal primo minuto ha rinunciato ad attaccare la retroguardia bianconera.

Paul Pogba cresce di partita in partita, offendendo sempre sulla sinistra, il punto debole dell’Atalanta. I difensori bergamaschi nel finale impazziscono e lo stendono in area di rigore ma la gioia del gol gli viene negata dalla parata di Sportiello che nega il 3-0 alla Juventus.