La Juventus torna a vincere allo Stadium anche in campionato, ribaltando una gara partita malissimo in cui si sono intravisti i fantasmi di Frosinone, Chievo e Udinese nonostante l’alta intensità di gioco. I bianconeri subiscono gol dopo soli 5 minuti per una classica distrazione della retroguardia; passano i minuti e gli uomini di Allegri soffrono la rapidità nella linea mediana con il centrocampo che filtra troppi pochi palloni. Sul finale del primo tempo la Juventus trova il pareggio grazie ad una deviazione sul cross di Cuadrado che finisce sulla testa di Morata che insacca alle spalle di Mirante. Nei primi 45 minuti la Signora ha creato diverse occasioni da gol ma concretizzando un pallone sporcato dal difensore bolognese. Nella ripresa il Bologna si sgretola e la Juventus conquista un calcio di rigore, realizzato poi da Dybala. Il ritmo della gara si abbassa e il Bologna fatica a ripartire e concede anche il terzo gol ai bianconeri realizzato da Khedira di testa. Statistiche tutte a favore dei padroni di casa sia a livello di possesso palla che di occasioni create e tiri totali. Discreta gara dei ragazzi di Allegri, nonostante le occasioni fallite, e questa volta considerati i tanti tentativi di andare i gol per fortuna sono state tre le reti realizzate, per giunta due in più dell’avversario che hanno portato i 3 punti desiderati in casa bianconera. Juventus-Bologna finisce 3-1.