La Juventus ha ritrovato lo spirito nella sera di Halloween, compattezza e gruppo. Il gioco bianconero rimane un idea astratta, tanti errori e imprecisioni che di certo non si possono sistemare in due giorni di ritiro punitivo. I meriti alla Signora sono che non ha mollato un centimetro di campo fino alla fine, trovando l’eurogol di Pogba e la zampata vincente di Cuadrado a 1 minuto dalla fine. I ragazzi di Ventura un gioco ce l’hanno invece, e anche ben regolato ma forse gli è mancato un pizzico di coraggio e un po’ di grinta in più. La Juventus è stata anche sfortunata tra pali e traverse, specie l’ultimo legno colpito da Bonucci ma comunque lungo i 90 minuti è stata la squadra più pericolosa. Juventus-Torino finisce 2-1.

GOL-CAPOLAVORO – Cuadrado, Dybala e Pogba: tre giocatori per una combinazione museale. Passaggio corto del colombiano, velo dell’argentino e precisione-potenza del francese che sfrutta la posizione troppo avanzata di Padelli, che oggi si è confermato il peggior portiere della Serie A per numero di gol subiti.

GOL, INFORTUNI E SFORTUNA – Quando cade Khedira non è mai un bel segno d infatti nel primo tempo il tedesco è stato costretto ad uscire dal terreno di gioco per un problema muscolare. Tra sfortuna si trova la fortuna: se l’ex Real Madrid non fosse uscito, Cuadrado sarebbe mai riuscito a segnare il gol dell’impresa? Intanto c’è chi corre per tutto il campo, crea azioni e distribuisce palloni: Paulo Dybala, seppur incidendo poco in fase offensiva, si è dimostrato elemento importantissimo per la squadra di Allegri. Buffon ancora numero uno e sta dimostrando ai vertici del calcio che si sono sbagliati a non inserirlo tra i finalisti del Pallone d’Oro perchè anche oggi, i suoi guantoni, hanno fatto miracoli che hanno contribuito alla vittoria finale.