Notizie

Mai una Juve così: dalle colpe di Max alla squadra

E’ davvero sconcertante vedere la Juventus negli ultimi posti della classifica dopo ben 3 giornate di campionato ed un solo punto conquistato, tra i 4 gol subiti e i 2 fatti. Per vedere una squadra così e dei risultati simili bisogna tornare indietro fino alla stagione 1962-1963 che, dopo 3 giornate, la situazione era uguale.

In più, la squadra non corre come lo scorso anno, forse è dovuto alla preparazione faticosa vista la frettolosa preparazione accompagnata dagli infortuni per la sfida di Supercoppa dello scorso agosto. La condizione fisica non è al top e Allegri non è riuscito a trovare una soluzione a centrocampo in mancanza del regista: non c’è nessuno in grado di sostituire Marchisio quando non c’è o è in condizioni pessime come ieri. Ha schierato Alex Sandro che ha effettuato circa 13 cross e lasciato in panchina Mandzukic, l’attaccante più abile di testa. Ha deciso di lasciar fuori Paul per poi rimangiarsi la scelta dopo 45 minuti. Hernanes non ha più brillato nel momento in cui da trequartista è stato abbassato a regista, Cuadrado sembra l’uomo più in forma ma è stato schierato troppi cambi. Allegri deve ricostruire un centrocampo che ha perso corsa e solidità, serve pazienza e serenità, fatto sta che questi continui cambiamenti non fanno bene alla squadra.

Andrea Bellini

Direttore de Giornale Bianconero

Rispondi

Close