Si apre un nuovo ciclo per la Juventus dopo 4 anni di vittorie che vede le partenze di personaggi importanti come Pirlo, Tevez e Vidal oltre a figure molto importanti per lo spogliatoio come Storari e Pepe, sostituiti da tanti giovani. E’ fondamentale che da parte di chi è nel gruppo da qualche anno, sappia trascinare e guidare la nuova Juventus che sta nascendo. Parlando di giovani intendiamo Morata e Coman per esempio, oltre a qualche primavera aggregata alla prima squadra e l’uomo che da quest’anno avrà il compito di trascinare la squadra ha un solo nome: Paul Pogba.
Le prime uscite sono state incoraggianti per il giovane francese, anche se un po’ meno a livello di squadra e risultati, che è cresciuto di partita in partita. Una gara acerba contro il Dortmund, meglio contro i polacchi del Lechia autore anche di un gol di testa e ieri, nella sfida contro il Marsiglia, è stato il migliore in campo tra le due squadre. Oltre al palo su punizione, è stata impressionante la sua strapotenza fisica quando verso il termine della gara, per giunta con la squadra in 10, è riuscito a cavalcare il campo palla al piede seminando gli avversari per circa 30-40 metri. Ed è questo che la Juventus vuole: Pogba trascinatore. E al Velodromo il giovane francese ha dimostrato di avere personalità e grinta per prendersi per mano la squadra e guidarla verso una nuova stagione. E chissà che non sarà proprio lui il ’10’ della Juventus, considerando anche che nella sfida di Marsiglia si è alternato con il compagno Pereyra e viste le difficoltà per arrivare a Draxler o ad altri campioni…