Si ritorna in campo dopo la sosta dedicata alle nazionali ma soprattutto dopo le tragedie di Parigi e di Mali con uno dei più grandi classici del calcio italiano: Juventus-Milan. Da una parte abbiamo la squadra di Sinisa Mihajlovic, imbattuta da 5 giornate consecutive ma che subisce gol da 10 trasferte. Dall’altra l’armata Campione d’Italia guidata da Max Allegri, reduce da due vittorie consecutive e che tira tantissimo verso la porta avversaria.

La Signora contro il Diavolo, una partita che probabilmente, vista la condizione di entrambe le squadre non ottimale, potrebbe essere decisa da alcuni confronti che si proporranno nell’arco dei 90 minuti, soprattutto a centrocampo.

IL CENTROCAMPO DEL PRINCIPE – 405 minuti per il Principino della Madama, 8 tiri in porta toccando la bellezza di 418 palloni. 357 è la differenza fra palloni giocati e passaggi che conferma il fatto che Marchisio non tiene molto la palla tra i piedi ma la distribuisce alla squadra. Quantità e qualità, 5 partite per Claudio impegnato in 31 duelli e 3 respinte difensive.

MONTOLIVO L’AVVERSARIO – A specchio di Claudio ci sarà Riccardo Montolivo: 10 match per lui, il doppio dei minuti giocati. Tira meno di Marchisio ma in compenso ha un alta percentuale di passaggi riusciti, ben oltre il 75%, a differenza del numero 8 bianconero effettua molti cross. 25 i suoi traversoni. Inoltre ha vinto il 56% dei duelli in mezzo al campo vincendo il 74% dei duelli con gli avversari.

BARZAGLI VS BONAVENTURA E BACCA – ‘Man of the moment’, Roccia nonchè Andrea Barzagli giocatore del mese sfiderà Bacca e Bonaventura. Poche parole per lui ma numeri e dati significativi e molto alti: 742 palloni gestiti in 810 di minuti, 50 duelli, 25 palloni respinti in difesa, 71% di contrasti vinti. Tutto senza mai essere ammonito una sola volta, commettendo solo 4 falli contro gli 11 subiti. La sua difesa dovrà vedersela contro un attacco probabilmente a 3, guidato da Bacca, il capocannoniere del Milan con 6 reti. Giocherà sul filo del fuorigioco, non a caso è stato pescato già 17 volte in fuorigioco. Il colombiano sarà supportato dall’uomo assist e infatti alla sua sinistra giocherà Giacomo Bonaventura, miglior assist man del momento in campionato, già 5 i suoi ed ha partecipato attivamente a 7 dei 15 gol stagioni dei rossoneri.

CUADRADO VS ROMAGNOLI – Ha risolto il derby in zona cesarini, la stagione di Juan Cuadrado in maglia bianconera conta solo di un gol, ma fondamentale, contro il Torino. Un inizio di stagione positivo. Tre i suoi assist, miglior assist man della Juventus. 542 tocchi di palla, 145 duelli e 23 traversoni effettuati. Un giocatore a tuttocampo impegnato in ogni gara su tutta la corsia di destra. Inoltre, quando attacca a centro area, sa come fare male.

Ci sarà Alessio Romagnoli a tentar di arginare la minaccia colombiana: 11 partite per l’ex romanista, 942 minuti per lui in coppia con Alex e Mexes. Qualità e quantità per il difensore rossonero arricchite da 77 duelli e 62 respinte difensive con la bellezza del 75% di contrasti vinti. Contrasti che lo portano a un gioco ‘rude’: 13 falli commessi, 3 ammonizioni e un espulsione.