E’ passato solo un mese da quando il gioiellino Guido Vadalà è arrivato alla Juventus e in questo breve periodo non lasciato per nulla il segno. Non per quanto riguarda il suo talento, in quanto ha grandi qualità e doti tecniche ed un ottimo potenziale, ma a livello di prima squadra ha dato, o meglio nulla. Ha solo 18 anni, è giovane, acerbo e naturalmente privo di esperienza e malizia.

NON E’ POGBA – Quando Paul arrivò alla Juventus era l’estate del 2012 ed aveva 19 anni, un anno in più rispetto a Vadalà. Ma i primi allenamenti del francese hanno impressionato tutti, compagni, allenatore e dirigenti compresi. Un ragazzo dotato di immensa qualità e tecnica con una personalità fuori dal comune. Ed è proprio questo che manca ancora al giovanissimo Guido: la personalità. Voci, lo descrivono timido e con poca cattiveria.

CAMPIONATO CON LA PRIMAVERA – Il periodo pre-campionato sarebbe dovuto servire a Vadalà per convincere Massimiliano Allegri a inserirlo ufficialmente in prima squadra, come avvenne nel 2012 con Pogba e lo scorso anno con Coman. Ma il giovane ragazzo del 1997, con molte probabilità, in questi giorni sarà aggregato alla Primavera di Fabio Grosso. Ma forse il ragazzo ha ancora una possibilità: quella di domani nell’amichevole in famiglia a Villar Perosa e chissà se una partita d’alta classe riuscirà a convincere il tecnico livornese..