Interviste

Juve, senti Blanchard: “Ero a Berlino a tifare Juve, ora l’ho battuta”

Leonardo Blanchard, ai microfoni di SkySport, ha raccontato l’incredibile pareggio con la Juventus con il suo gol al 92′ minuto che ha regalato al Frosinone il primo punto in Serie A: “Siamo stati fortunati. Erano tre partite che ci girava male e non portavamo a casa niente. Abbiamo fatto un buon gioco di rimessa, la Juve ci ha giocato ma qui è impossibile imporre il proprio gioco. E’ un buon punto che ci dà morale in vista dell’Empoli. Stellone? Sapevamo che la Juve quando accelera lo fa e ti addormenta. Il mister ci ha detto di sacrificarci e correre. Siamo stati cinici e fortunati nelle occasioni. Il gol è stato emozionate e liberatorio. Sono juventino, è un gol speciale. Tre mesi fa ero a Berlino con i Viking per la finale di Champions per tifare Juve dipinto di bianconero, è incredibile. Dedico alla famiglia, alla mia fidanzata Fulvia che era qui, è il coronamento di un sogno”.

Juve, senti Blanchard: “Ero a Berlino a tifare Juve, ora l’ho battuta”
Vota questo articolo

Andrea Bellini

Direttore de Giornale Bianconero

Rispondi

Close