Notizie

Juventus, aria di rifondazione in difesa e non solo. Ecco i nomi

La sconfitta col Real ha messo a nudo i problemi della squadra, soprattutto nel reparto arretrato: la difesa. Ecco cosa vogliono fare i bianconeri

A distanza di due giorni dalla bruciante sconfitta in Champions, iniziano a correre le prime voci circa un ricambio in alcuni reparti in casa Juventus. Detto che l’attacco è quello che ha dimostrato quest’anno più certezze e meno necessità d’intervento (salvo clamorosi addii), il problema principale si è dimostrata la difesa. Un inizio di stagione molto discontinuo, dovuto in parte anche al doversi adattare all’assenza di Bonucci, che però ha trovato alla fine un giusto equilibrio grazie a Benatia (squalificato due giorni fa). Proprio il 31enne (il 17 aprile) marocchino sarà la base su cui costruire il resto della difesa. Chiellini e, soprattutto, Barzagli sono ormai in fase calante dovuta all’età. Il ricambio generazionale vede Rugani e Caldara come valide alternative, ma, per poter competere soprattutto in Europa, questo non basta. Difficile trovare un altro centrale difensivo forte sul mercato, ma la Società valuterà senza arrivare ad esborsi esagerati come successo oltremanica coi vari Van Dijk, Laporte e Stones. Un’idea a costo zero è quella del laziale De Vrij, accostato per adesso all’Inter.

Il problema principale sarà sulle fasce laterali. Quasi sicuramente lasceranno i bianconeri sia Asamoah (si parla di Inter) che Lichtsteiner. Alex Sandro è sempre uomo mercato e quest’anno se dovesse arrivare l’offerta giusta (si era parlato di 60 milioni di euro dal Chelsea l’estate scorsa) non è detto che possa restare. Rimangono quindi i soli De Sciglio e Spinazzola (di rientro come Caldara dall’Atalanta). Ecco che qua i nomi sono diversi: si parte coi terzini sinistri come Bernat (Bayern Monaco), Gayà (Valencia), Hector (Colonia) e Digne (Barcellona ed ex-Roma), mentre sulla destra si parla di Meunier (PSG), Bellerin (Arsenal) e Darmian (Manchester United). Quest’ultimo pare non rientrare più nei piani di Mourinho ed è quindi possibile un suo rientro in Italia.

A centrocampo si cerca di aumentare sia il numero che la qualità dei giocatori. Pjanic, Matuidi e Khedira troveranno quasi sicuramente altri compagni a fargli da concorrenti per un posto da titolare. Si parla sempre e costantemente di Emre Can, compagno di nazionale di Khedira e che arriverebbe a parametro zero dal Liverpool, ma se Milinkovic-Savic fosse messo in vendita dalla Lazio, sicuramente Marotta e Paratici ci farebbero più di un pensierino. Bentancur dovrebbe restare, mentre da valutare sono le posizioni di Sturaro e Marchisio, con quest’ultimo sempre meno preso in considerazione da Allegri e che potrebbe pensare a un futuro lontano da Torino (America in MLS?).

Juventus, aria di rifondazione in difesa e non solo. Ecco i nomi
5 (100%) 3 votes
Tag

Rispondi

Close